Amministrazione trasparente - SSA

Piano e Programma triennali
art. 10, comma 8, lett. a) del D.Lgs. n. 33/2013

 

La presente sezione è in fase di aggiornamento

 

 

 

Consulenti e collaboratori
art. 15, commi 1 e 2 del D.Lgs. n. 33/2013

La presente sezione è in fase di aggiornamento

 

 
Nome e cognome Tipologia di contratto Indicazione dell’atto di conferimento e di eventuale proroga  Ragioni dell'incarico
Bugiani Cesare Consulenza   Consulenza, progettazione e supporto per l’organizzazione annuale del Corso propedeutico all’iscrizione all’albo dei Cassazionisti
Cosimato Alessandra Consulenza

ultima sottoscrizione

31/10/2019

in vigore fino al 31/12/2020

Supportare la redazione e l’aggiornamento delle linee guida delle Scuole Forensi. 
Fineschi Alessandra Consulenza   Commercialista
Pagliochini Eleonora Consulenza

ultima sottoscrizione 

30/09/2019 in vigore fino al 31/12/2020

Supporto per le attività di tesoreria e amministrazione
Paparoni Francesca Consulenza ultima sottoscrizione 31/10/2019 in vigore fino al 31/12/2020 Supporto delle iniziative di cultura professionale connesse alla formazione continua, alle scuole forensi, nonché al progetto Save the Children. 
Pascoli Andrea Consulenza   Consulente del lavoro
Pucci Adriano Consulenza   Responsabile per la prevenzione e la sicurezza
Spoto Giuseppe Consulenza ultima sottoscrizione 31/10/2019 in vigore fino al 31/12/2020 Supporto per la redazione della rivista Cultura e Diritti


 

REVISORI DEI CONTI

  • Antonio Blandini

  • Claudio Colonni

  • Renato Chiaranti

 

Documenti: 

  • Incarichi amministrativi di verticeNell'ambito della struttura organizzativa della Scuola Superiore non sono previste figure amministrative di vertice.
    art. 15, commi 1 e 2 del D.Lgs. n. 33/2013
  • Dirigenti: La Scuola Superiore allo stato, non è dotato di personale nel ruolo dirigenziale.
    art. 10, comma 8, lett. d), art. 15, commi 1, 2 e 5, art. 41, commi 2 e 3 del D.Lgs. n. 33/2013
  • Posizioni organizzativeNell'ambito della struttura organizzativa della Scuola Superiore dell'Avvocatura non sono previste posizioni organizzative.
    art. 10, comma 8, lett. d) del D.Lgs. n. 33/2013
  • Dotazione organica 
    art. 16, commi 1 e 2 del D.Lgs. n. 33/2013
  • Personale non a tempo indeterminato -  La presente sezione è in fase di aggiornamento
    art. 17, commi 1 e 2 del D.Lgs. n. 33/2013
  • Tassi di assenza 
    art. 16, comma 3 del D.Lgs. n. 33/2013
  • Incarichi conferiti ed autorizzati ai dipendentiNegli anni dal 2016 al 31 gennaio 2019 non sono stati conferiti ed autorizzati incarichi esterni ai dipendenti della Scuola Superiore dell'Avvocatura.
    art. 18, comma 1, del D.Lgs. n. 33/2013
  • Contrattazione collettiva 
    art. 21, comma 1 del D.Lgs. n. 33/2013
  • Contrattazione integrativa  La presente sezione è in fase di aggiornamento
    art. 21, comma 2 del D.Lgs. n. 33/2013
  • Organismo indipendente di valutazione: La presente sezione è in fase di aggiornamento

 

La presente sezione è in fase di aggiornamento
Negli anni 2015, 2016, 2017 e 2018 non sono stati espletati bandi di concorso per il reclutamento, a qualsiasi titolo, di personale presso l'amministrazione.
Negli anni 2015, 2016, 2017 e 2018 non sono stati espletati bandi di gara e contratti.

La Fondazione Scuola Superiore dell'Avvocatura non controlla nè partecipa a nessun Ente di diritto privato, nè a società.

 


La presente sezione è in fase di aggiornamento

La presente sezione è in fase di aggiornamento

La presente sezione è in fase di aggiornamento

La presente sezione è in fase di aggiornamento

Patrimonio immobiliare

(art. 30 del D.lgs.vo n.33/2013)


La presente sezione è in fase di aggiornamento

Tempi medi di erogazione dei servizi
art. 32, comma 2, lett. b) del D.Lgs. n. 33/2013
L'Amministrazione eroga i servizi secondo i termini previsti dalla legge ovvero dalle disposizioni regolamentari vigenti per la conclusione del procedimento amministrativo.
  • IBAN e pagamenti informatici
    art. 36 del D.Lgs. n. 33/2013
  • Indicatore di tempestività dei pagamenti
    art. 33 del D.Lgs. n. 33/2013
    - L'Amministrazione provvede al pagamento in base ai termini indicati nelle fatture ricevute ovvero stabiliti nei contratti sottoscritti o nei singoli accordi commerciali.

La Scuola Superiore dell'Avvocatura non realizza opere pubbliche.

La presente sezione è in fase di aggiornamento

La presente sezione è in fase di aggiornamento

La presente sezione è in fase di aggiornamento

L’art. 5 del d.lgs. 33/2013, modificato dall’art. 6 del d.lgs. 97/2016, riconosce a chiunque:
 
a) il diritto di richiedere documenti, informazioni o dati per i quali è prevista la pubblicazione obbligatoria, nei casi in cui gli stessi non siano stati pubblicati nella sezione “Amministrazione trasparente” del sito web istituzionale (accesso civico “semplice”);
 
b) il diritto di accedere ai dati e ai documenti ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione ai sensi del d.lgs. 33/2013, nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi giuridicamente rilevanti secondo quanto previsto dall'articolo 5-bis (accesso civico “generalizzato”).
 
Per quest’ultimo tipo di accesso l’ANAC si riserva di emanare apposite Linee guida nelle quali saranno fornite le necessarie indicazioni, anche in ordine alla auspicata pubblicazione del c.d. registro degli accessi (Delibera ANAC n. 1309/2016).
 
Per quanto riguarda gli obblighi di pubblicazione normativamente previsti, il legislatore ha confermato l’istituto dell’accesso civico volto ad ottenere la corretta pubblicazione dei dati rilevanti ex lege, da pubblicare all’interno della sezione “Amministrazione trasparente”.
 
L’istanza va presentata ai sensi dell'art. 5, comma 3,  

    a) all'ufficio che detiene i dati, le informazioni o i documenti; 
    b) all'Ufficio relazioni con il pubblico; 
    c) ad altro ufficio indicato dall'amministrazione nella sezione "Amministrazione trasparente" del sito istituzionale; 
    d) al responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza, ove l'istanza abbia a oggetto dati, informazioni o documenti oggetto di pubblicazione obbligatoria ai sensi del presente decreto.

 

Come esercitare il diritto nell'ambito della Scuola Superiore dell’Avvocatura

La richiesta è gratuita, non deve essere motivata e può essere presentata tramite posta elettronica al Responsabile dell’accesso civico della Scuola Superiore dell’Avvocatura mediante l’utilizzo del modulo appositamente predisposto.
Si consiglia, qualora la richiesta avvenga tramite posta elettronica certificata, di indicare nell'oggetto della mail le parole "ACCESSO CIVICO".
Il Responsabile per l’accesso civico provvede entro 30 giorni a pubblicare nel sito istituzionale della Scuola Superiore dell’Avvocatura il documento, l’informazione o il dato richiesto. Contestualmente, comunica al richiedente l’avvenuta pubblicazione, indicando il relativo collegamento. Se, invece, quanto richiesto risulti già pubblicato, ne dà comunicazione al richiedente indicando il relativo collegamento ipertestuale.

Ritardo o mancata risposta del Responsabile dell'accesso civico

Nel caso in cui il dirigente Responsabile dell’accesso civico della Scuola Superiore dell’Avvocatura ritardi o ometta la pubblicazione o non dia risposta, il richiedente può ricorrere al Responsabile della prevenzione della corruzione della Scuola Superiore dell’Avvocatura, soggetto titolare del potere sostitutivo, utilizzando l’apposito modello di richiesta.
 
Il titolare del potere sostitutivo, dopo aver verificato la sussistenza dell’obbligo, provvede, nei termini di cui all’art. 2, comma 9 ter della legge n. 241/1990, alla pubblicazione sul sito web istituzionale della Scuola Superiore dell’Avvocatura di quanto richiesto e, contemporaneamente, ne dà comunicazione al richiedente, indicando il relativo collegamento ipertestuale.

 

Responsabile dell’accesso civico della Scuola Superiore dell’Avvocatura

Il Responsabile dell’accesso civico della Scuola Superiore dell’Avvocatura è la dott.ssa Silvia Amoruso.

L’indirizzo al quale inoltrare la richiesta è:  accesso@scuolasuperioreavvocatura.it

 

Scarica i moduli di richiesta:

 

Registro degli accessi

Registro degli accessi

Responsabile della protezione dei dati personali (RDP) del Consiglio Nazionale Forense:

Avv. Giorgio Giannone Codiglione 

per comunicare con il RDP, è possibile scrivere al seguente indirizzo di posta elettronica: dpo@consiglionazionaleforense.it .

Leggi qui la Privacy Policy del Consiglio Nazionale Forense e delle sue Fondazioni

Il Consiglio Nazionale Forense e le sue Fondazioni trattano i dati personali in conformità al Regolamento generale sulla protezione dei dati personali (2016/679).

Il CNF ha predisposto un'apposita sezione (accessibile al seguente link) al fine di informare tutti gli Avvocati degli obblighi cui sono tenuti a in virtù dell'entrata in vigore della nuova disciplina sulla protezione dei dati personali.

Consulta qui il Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (Regolamento UE 2016/679 del 27 aprile 2016)

Non vi sono altri contenuti da pubblicare
Resta aggiornato sulle attività formative, gli eventi istituzionali del CNF, le iniziative parlamentari e ministeriali in tema di giustizia e professione forense