Il Consiglio Nazionale Forense è l’organismo apicale istituzionale dell’Avvocatura e rappresenta l’intera classe forense.

CORSO DI FORMAZIONE IN ESPERTO NELLA COMPOSIZIONE NEGOZIATA PER LA SOLUZIONE DELLA CRISI D'IMPRESA

Compiti e funzioni

 Il decreto legislativo n. 25 del 2006 (Istituzione del Consiglio direttivo della Corte di cassazione e nuova disciplina dei Consigli giudiziari), in attuazione della legge di riforma dell'ordinamento giudiziario (legge 150/2005), ha previsto per la prima volta che del Consiglio direttivo della Corte di Cassazione (organismo di nuova istituzione) e dei Consigli giudiziari istituiti presso ogni Corte di Appello, facessero parte anche gli avvocati.

   Del Consiglio direttivo della Corte di Cassazione fa parte, come componente di diritto, il presidente del Consiglio nazionale forense e un avvocato designato dallo stesso CNF tra gli avvocati con almeno 20 anni di esercizio effettivo della professione e iscritto da almeno cinque anni nell'Albo degli avvocati cassazionisti.

I Consigli Giudiziari si qualificano come organi territoriali dell’autogoverno; svolgono una attività consultiva nei confronti del C.S.M., redigendo pareri relativi alla progressione di carriera, al cambio di funzioni e ad altre evenienze della vita professionale dei magistrati. Oltre a ciò, i Consigli Giudiziari svolgono attività istruttoria nell’ambito dei procedimenti relativi alla magistratura onoraria. Con riguardo alla composizione dell’organo, va rilevata la variabilità del numero dei componenti in ragione dell’organico magistratuale del distretto: integrano il C.G. tre avvocati ed un professore universitario in materie giuridiche nei distretti con organico maggiore di 350 magistrati; due avvocati ed un professore nei distretti con organico minore di 350 magistrati.

   Nel novembre del 2009, il Consiglio nazionale forense ha raccolto in un Libro bianco sull'effettiva partecipazione dell'avvocatura ai Consigli giudiziari l'esperienza maturata nel primo anno di attuazione della legge. Nel settembre 2011 è stato edito un "vademecum sui Consigli Giudiziari" messo a disposizione dei COA, della Componente laica dei Consigli giudiziari ed offerto alla componente togata.

  Nel mese di aprile 2012, in occasione dell'ultimo rinnovo dei Consigli giudiziari presso le 26 Corti d'Appello, il Consiglio nazionale forense ha effettuato una seconda ristampa del Vademecum, aggiornata con la normativa più recente ed approfondita nelle tematiche di maggior interesse.

null CORSO DI FORMAZIONE IN ESPERTO NELLA COMPOSIZIONE NEGOZIATA PER LA SOLUZIONE DELLA CRISI D'IMPRESA

Corso di Formazione in Esperto nella Composizione Negoziata per la Soluzione della Crisi d'Impresa

Aggiungi al calendario 2021-11-05 2021-12-11 Europe/Rome Corso di Formazione in Esperto nella Composizione Negoziata per la Soluzione della Crisi d'Impresa Corso di Formazione in Esperto nella Composizione Negoziata per la Soluzione della Crisi d'Impresa portale CNF www.formazioneavvocatura.it

 

corso di formazione

in

ESPERTO

NELLA COMPOSIZIONE NEGOZIATA

PER LA SOLUZIONE DELLA CRISI D’IMPRESA

(D.L. 118/21)

 

- ATTENZIONE -
Il Corso è chiuso per esaurimento dei posti messi a disposizione.

 

La procedura di composizione negoziata della crisi prevista dal d.l. n. 118/21 affida la procedura ad esperti, iscritti in apposito elenco, che oltre a possedere determinate qualifiche ed esperienze di base, abbiano frequentato appositi corsi di formazione.

Vista l’imminente entrata in vigore dello strumento, il Consiglio Nazionale Forense, con la Commissione procedure concorsuali coordinata dal Cons. Emmanuele Virgintino, ha organizzato un primo corso destinato agli Avvocati e tenuto da studiosi e professionisti di elevata caratura.

Scarica qui il programma


IL CORSO

Il Corso è strutturato in 11 giornate di lezione e la partecipazione all’intero percorso formativo di 55 ore è obbligatoria e necessaria ai fini della maturazione dell’attestato. 

Le lezioni si svolgeranno on line su piattaforma CNF secondo le linee dettate dal Regolamento CNF FAD e le note tecniche allegate.

 

CREDITI FORMATIVI
Al corso sono stati attribuiti n. 20 crediti formativi ai sensi del regolamento sulla Formazione continua approvato dal Consiglio Nazionale Forense 


MODALITA' DI ISCRIZIONE AL CORSO

Il Corso è limitato ad un numero massimo di 250 partecipanti. 
Per l’iscrizione si farà esclusivo riferimento al criterio temporale di priorità di recapito della domanda (correttamente compilata, sottoscritta in uno con gli allegati richiesti) alla PEC dedicata composizionenegoziata@pec.cnf.it

Scarica qui la domanda di iscrizione. 
il Corso è chiuso per esaurimento dei posti disponibili.


QUALIFICA 
Acquisita la specifica formazione di cui al Corso, potranno iscriversi all’Elenco degli esperti coloro che, iscritti da almeno cinque anni all'Albo degli avvocati, documenteranno di aver maturato precedenti esperienze nel campo della ristrutturazione aziendale e della crisi d'impresa.

 

INFORMAZIONI 

Per informazioni rivolgersi alla casella mail (non certificata): composizionenegoziata@consiglionazionaleforense.it

 

Comitato Scientifico 

Prof.ssa Silvia Izzo; Avv. Carolina Scarano Avv. Emmanuele Virgintino; Avv. Alessandro Patelli; Avv. Donato Di Campli

Per ricevere aggiornamenti sulle attività formative, gli eventi istituzionali del CNF, dalla FAI e della SSA, le iniziative parlamentari e ministeriali in tema di giustizia e professione forense compili il presente modulo impostando le sue preferenze.