Il Consiglio Nazionale Forense è l’organismo apicale istituzionale dell’Avvocatura e rappresenta l’intera classe forense.

Bando di Concorso per le Scuole medie superiori "Diritti senza difesa? Dalle parole ai fatti: l'Avvocato al servizio dell'Uomo"

null Bando di Concorso per le Scuole medie superiori "Diritti senza difesa? Dalle parole ai fatti: l'Avvocato al servizio dell'Uomo"

Bando di Concorso per le Scuole medie superiori "Diritti senza difesa? Dalle parole ai fatti: l'Avvocato al servizio dell'Uomo"

Bando di Concorso per le Scuole medie superiori

Il Consiglio Nazionale Forense, in collaborazione con la Direzione generale dello studente, per l’integrazione e la partecipazione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (Miur), ha indetto presso le scuole medie superiori e per l’anno scolastico 2014/2015,  il concorso “DIRITTI SENZA DIFESA? - Dalle parole ai fatti: l’Avvocato al servizio dell’Uomo”, per favorire la conoscenza dei diritti umani e contribuire alla diffusione fra gli studenti della consapevolezza del ruolo degli Avvocati per la tutela del cittadino in uno stato di diritto, sia in una dimensione nazionale  che europea.

Vai a:     


L’occasione del concorso potrà essere sfruttata nelle classi scolastiche per introdurre diversi temi di approfondimento:

  • i contenuti delle Carte fondamentali che hanno consentito in Europa  e nel mondo l’affermazione del principio di dignità e di rispetto reciproco fra gli uomini;
  • il significato di “stato di diritto” e il ruolo concreto svolto dall’Avvocatura per renderne “palpitanti” i principi;
  • le sentenze delle Corti europee che, nella dialettica tra avvocatura e magistratura, sono da considerarsi pietre miliari nel tortuoso percorso di affermazione dei diritti fondamentali.

Facendo tesoro di tanta esperienza istituzionale spesa in concreto per la tutela dei diritti fondamentali e umani – sia con incontri di approfondimento sulle nuove frontiere della tutela, sia con iniziativa formative specifiche per avvocati, sia con la progettazione di iniziative specifiche sul territorio– anche in collaborazione con altre Istituzionali dello Stato - il CNF ha predisposto questa pagina web per sollecitare l’attenzione e la curiosità degli studenti su tutti questi temi.

Apriamo questa "finestra" con alcune parole che il presidente del Consiglio Nazionale Forense Guido Alpa ha dedicato al concetto di “dignità” degli esseri umani, il cui solo rispetto potrebbe fondare una società più equa e meno discriminatoria.
“Dignità” non è soltanto una parola, è al tempo stesso un valore, un principio, una clausola generale, un elemento connotante un sistema giuridico, un limite e molte altre cose, come accade a tutti i vocaboli onusti di storia, ai significanti con pluralità di significati, alle opere aperte alla tessitura degli interpreti. Nella sua elaborazione concettuale questo termine  si collega evidentemente , agli occhi dei giuristi italiani, alle libertà, all’eguaglianza e quindi ai diritti inviolabili della persona, di cui sempre la Costituzione si fa usbergo nella disposizione di apertura consacrata dall’articolo 2”.

 

Per documentarsi

  • Le Carte per la tutela dei diritti fondamentali e le Corti competenti ad assicurare la loro osservanza
  • Alla conquista dei diritti umani- Il ruolo dell’Avvocato - Le principali sentenze che hanno fatto storia
  • I progetti del Consiglio Nazionale Forense a tutela dei diritti umani
  • Guido Alpa, I diritti fondamentali e il ruolo degli avvocati - Testo
  • Stefano Rodotà, Diritti fondamentali e discrezionalità politica- Video

Per ricevere aggiornamenti sulle attività formative, gli eventi istituzionali del CNF, dalla FAI e della SSA, le iniziative parlamentari e ministeriali in tema di giustizia e professione forense compili il presente modulo impostando le sue preferenze.