Indietro

G7 dell'avvocatura, piena soddisfazione del Cnf: "Poste le basi per riaffermare il diritto anche nella rete"

G7 dell'avvocatura, piena soddisfazione del Cnf: "Poste le basi per riaffermare il diritto anche nella rete"

Il Consiglio nazionale forense registra con piena soddisfazione il successo dell'incontro tra le avvocature dei Paesi del G7 sul tema “Sicurezza e linguaggio dell'odio”, svoltosi oggi a Roma sotto gli auspici della presidenza italiana del G7, e ringrazia le personalità istituzionali e governative che hanno portato il loro prezioso contributo, confrontandosi con gli avvocati e gli esperti di diritto sulla strada da seguire per impedire che la fondamentale libertà di espressione su Internet degeneri in libertà di insultare, calunniare, mentire e diffondere odio.

Questo risultato premia un percorso che per la prima volta ha visto le sette avvocature lavorare in strettissima cooperazione, condividendo dati e analisi e mettendo a confronto le diverse proposte di intervento. In questo modo le avvocature offrono il loro fondamentale contributo al compito di affrontare un problema che, come tutti gli interventi di oggi hanno sottolineato, è tra i più urgenti e tra più delicati ai fini della tenuta stessa della democrazia e che può essere affrontato solo a livello internazionale. Si tratta di un impegno sociale e civile che rientra nella natura stessa della professione degli avvocati, che è presidio e tutela delle libertà sia sociali che individuali, e che deve essere svolto, come è stato fatto oggi, non cercando di sostituirsi alla politica ma dialogando operativamente e cooperando con la politica. L'incontro di oggi non rappresenta un approdo ma una tappa fondamentale. Come segnalato nella dichiarazione finale firmata dai rappresentanti ai massimi livelli delle sette avvocature, è infatti nostro impegno proseguire sulla strada imboccata con questo evento e rendere sempre più stretti i legami tra le avvocature dei diversi Paesi, con l'obiettivo di mettere a punto e proporre alla politica proposte comuni di soluzione su questo come su altri temi che toccano da vicino le libertà e i diritti dei cittadini. “L'incontro è stato concepito come un evento di livello assoluto”, dichiara il presidente del Cnf Andrea Mascherin, “e come una prima volta storica italiana e dei Paesi del G7, che ha risposto appieno alle aspettative e alle speranze, grazie a tutti gli interventi, compresi quelli della politica. C'è stata grande attenzione e partecipazione da parte della platea e grande spirito di squadra tra sette avvocature che hanno convintamente aderito a una dichiarazione in cui si esprime la volontà di continuare a lavorare insieme per le democrazie di tutto il mondo. Quello di oggi”, conclude Mascherin, “è stato un primo passo per la riaffermazione delle regole del diritto anche nel mondo ancora inesplorato della rete”.


10
dicembre
2014

Big Data e Avvocatura, Alpa (CNF): “Tutelare la riservatezza nelle comunicazioni tra assistiti e loro avvocati”

Si è celebrata oggi la I° Giornata europea degli Avvocati, dedicata al tema dei sistemi di sorveglianza di massa e della tutela del segreto professionale degli avvocati
19
novembre
2014

Nome di battaglia: Avvocato

Numerose e valorose le figure di Avvocati che presero parte alla Resistenza come partigiani e come sostenitori degli ideali di libertà e democrazia