Indietro

Audizione Ministero Giustizia - CNF - comunicato stampa

Audizione Ministero Giustizia - CNF Bonafede a Mascherin: "Al via il tavolo sulla durata del processo"

 
"Daremo vita a un tavolo che metterà al centro la ragionevole durata del processo, con avvocati e magistrati. E' un impegno che assumo davanti a voi", ha dichiarato il Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, nel corso della lunga audizione con il Presidente del Consiglio Nazionale Forense, Andrea Mascherin, così riscontrando positivamente la richiesta di quest’ultimo. "Il processo penale è tema troppo delicato per essere oggetto di modifiche legislative episodiche e non sufficientemente ponderate e deve porre al centro, prima di ogni altra,  la figura dell'imputato. L'imputato non può essere sottoposto a processi infiniti in violazione dei principi costituzionali di non colpevolezza e di ragionevole durata. Né si può continuare a fare credere che l'efficienza dei processi passi attraverso riforme codicistiche, che non servono assolutamente a nulla se non si mette prima mano e non si verifichino gli effetti di adeguati investimenti economici, in organici di magistrati e personale amministrativo, in tecnologie, in edilizia giudiziaria, peraltro sul punto investimenti l’impegno annunciato dal ministro è senza dubbio positivo, come è positiva la rassicurazione circa la sua equidistanza tra i suggerimenti che potranno pervenire dalla magistratura e quelli che potranno pervenire dall’avvocatura”.

Quanto agli interventi procedurali altresì necessari, Mascherin ha fatto cenno alla opportunità di individuare termini perentori con conseguente estinzione del procedimento, in caso del loro mancato rispetto da parte del magistrato, per le diverse fasi, a iniziare dalle indagini preliminari, alla non impugnabilità della sentenza di assoluzione, al rafforzamento premiale dei riti alternativi, a una più razionale e realistica interpretazione della obbligatorietà della azione penale, al rafforzamento del ruolo della difesa nel corso dell'intero procedimento.

"Naturalmente" - ha aggiunto Mascherin- "come avvocati siamo perfettamente consapevoli e siamo i primi difensori degli interessi delle parti lese, ma per Costituzione la sede naturale di loro tutela non è  quella penale, bensì quella civilistica. 
Lavoriamo per allargare la tutela delle parti lese con interventi anche extra processuali, con la costruzione di reti di protezione legale, e guardando per esempio ai modelli di giustizia ripartiva". Da ultimo il presidente del CNF ha auspicato che su temi fondanti lo Stato di diritto, come la Giustizia, la politica  si convinca a lavorare tutta insieme con progetti di lunga prospettiva.

06
luglio
2017

Antiriciclaggio: avvocati, commercialisti e notai, la politica rispetti gli impegni assunti

I tre Consigli nazionali: “Pieno contributo al nuovo tavolo tecnico, ma ora servono soluzioni normative univoche, applicabili nel breve periodo e non punitive per i professionisti”

26
giugno
2017

Ddl concorrenza, Mascherin (Cnf): «Servono modifiche su società tra avvocati e infortunistica»

Il presidente del Consiglio nazionale forense: MISE e ministero Giustizia raccolgano indicazioni date insieme con l’Ocf

20
giugno
2017

DIRITTO E CONVIVENZA INTERCULTURALE. Il ruolo degli avvocati nella promozione dell’educazione giuridica

In occasione della "Ex Nihilo" Zero Conference Bologna, 18-22 Giugno 2017

Sotto gli auspici della Presidenza Italiana del G7

Dialogo interculturale e cittadinanza globale

IL 20 GIUGNO IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PROTAGONISTA AL “SIDE EVENT” DEL G7 DELLE SCIENZE E DEL LAVORO

16
giugno
2017

Mascherin (Cnf) e Rosa (Ocf): "Magistratura onoraria, positiva valutazione su parere commissione Giustizia Senato"

I presidenti di Consiglio nazionale forense e Organismo congressuale forense: "Recepite anche a Palazzo Madama perplessità avvocatura su estensione competenze per giudici onorari" 

08
giugno
2017

Mascherin (Cnf) e Rosa (Ocf): "Decreto magistratura onoraria, bene parere commissione Giustizia della Camera"

I presidenti del Consiglio Nazionale Forense e dell'Organismo Congressuale forense: "Recepite perplessità avvocatura su estensione delle competenze per i giudici onorari"

26
maggio
2017

Terrorismo, protocollo d’intesa tra Nessuno tocchi Caino e Cnf per contenere la pena di morte

Firmato oggi l’accordo per limitare le esecuzioni in Egitto, Somalia e Tunisia con richiami al diritto internazionale e training dei difensori

21
maggio
2017

L'Hotel Imperial di Sousse riaperto da 350 avvocati italiani

Si è concluso oggi l'evento internazionale organizzato in Tunisia dal Cnf italiano e dall'Ordine degli avvocati tunisini
 

17
maggio
2017

L'avvocatura italiana in Tunisia per riaprire l'hotel assaltato nel 2015 dai terroristi

Da domani a domenica 21 maggio il "Progetto Imperial" a Sousse

01
marzo
2017

Mascherin, presidente Cnf: «Apprezzamento per parole Orlando su equo compenso»

Il presidente dell'organismo di rappresentanza istituzionale dell'avvocatura interviene sulle dichiarazioni rilasciate dal guardasigilli a La 7: «Indispensabile tutelare i professionisti dallo strapotere dei grandi committenti»
10
dicembre
2014

Big Data e Avvocatura, Alpa (CNF): “Tutelare la riservatezza nelle comunicazioni tra assistiti e loro avvocati”

Si è celebrata oggi la I° Giornata europea degli Avvocati, dedicata al tema dei sistemi di sorveglianza di massa e della tutela del segreto professionale degli avvocati
19
novembre
2014

Nome di battaglia: Avvocato

Numerose e valorose le figure di Avvocati che presero parte alla Resistenza come partigiani e come sostenitori degli ideali di libertà e democrazia