Il Consiglio Nazionale Forense è l’organismo apicale istituzionale dell’Avvocatura e rappresenta l’intera classe forense.

Ricerca - CNF News

OIAD - comunicato Honduras

Situazione degli avvocati in Honduras

COMUNICATO DELL’OSSERVATORIO INTERNAZIONALE DEGLI AVVOCATI IN PERICOLO (OIAD)

 

Situazione degli avvocati in Honduras

 

Miriam Mercedes Izaguirre Del Cid è stata brutalmente assassinata il 20 agosto scorso, in pieno giorno, da alcuni uomini armati non ancora identificati, nelle vicinanze del palazzo di giustizia della capitale dell’Honduras, Tegucigalapa. Con lei è stato ucciso, Douglas Yovanni Barahona Figueroa, cliente dell’avvocato.

L’Osservatorio internazionale degli avvocati in pericolo (OIAD) denuncia con forza l’inqualificabile atto e si unisce al dolore della famiglia di Miriam Del Cid e degli avvocati dell’Honduras.

L’OIAD ricorda che l’Honduras – che conta circa 18.000 avvocati, iscritti all’Associazione degli Avvocati dell’Honduras – costituisce uno dei paesi più a rischio nel mondo per la professione forense. L’Osservatorio mondiale dei diritti della difesa e delle violazioni dei diritti degli avvocati dell’Istituto per i diritti umani degli avvocati europei (IDHAE) ha dichiarato che più di 9 avvocati sono stati uccisi in Honduras nel 2016 e 4 in particolare dopo il 9 agosto, solo nella città di Tegucigalpa.

Il 22 gennaio scorso, l’OIAD ha celebrato la 6° giornata dell’avvocato in pericolo; in tale occasione si è diffusamnente parlato della situazione drammatica in cui versano gli avvocati e i difensori dei diritti umani in Honduras. Dopo il 2010 più di un centinaio di avvocati sono stati uccisi nel paese, assassinati per l’esercizio della loro professione. Il Commissariato per i diritti umani in Honduras ha recensito 89 avvocati uccisi tra il 2010 e il 2015, più del 90% di questi omicidi è rimasto impunito.

Molte altre forme di violenza sono state perpetrate nei confronti degli avvocati: minacce verso gli avvocati e le famiglie, aggressioni e rapimenti. Secondo il rapporto del 2015 della Commissione Interamericana per i diritti dell’uomo, gli sforzi e i mezzi utilizzati dalle autorità honduregne per proteggere i professionisti del diritto solo ancora largamente insufficienti malgrado sia stata adottata la legge del 25 aprile 2015 sulla protezione dei difensori dei diritti umani, dei giornalisti e degli ausiliari della giustizia.

Le minacce a cui sono sottoposti costantemente gli avvocati in Honduras devono cessare imperativamente per permettere loro di esercitare liberamente ed indipendentemente la professione. Non si potrà parlare di stato di diritto in Honduras finché gli avvocati rischieranno la vita nell’esercizio della professione.

L’OIAD invita le autorità honduregne a conformarsi a quanto previsto dall’art. 17 dei “Principi di base relativi al ruolo degli Ordini”, adottati dalle Nazioni Unite nel 1990 all’Havana: “qualora la sicurezza degli avvocati è minacciata nell’esercizio della loro professione, devono essere protetti con tutti i mezzi dalle autorità competenti”.

L’OIAD fa appello anche alla comunità internazionale e in particolare ai relatori speciali delle Nazioni Unite per l’indipendenza dei magistrati e degli avvocati, così come alla Commissione Interamericana per i diritti dell’uomo affinché siano messi in opera tutti gli sforzi necessari per garantire il rispetto dei diritti fondamentali e quelli degli avvocati con particolare attenzione alla situazione in Honduras.

 

Per maggiori informazioni:

 

  • Comunicato dei relatori speciali sulla situazione dei difensori dei diritti umani delle Nazioni Unite e della Commissione Interamericana dei diritti dell’uomo:
  • Rapporto sulla situazione in Honduras - Giornata degli avvocati in pericolo del 2016 http://dayoftheendangeredlawyer.eu/activities/#2016
  • Rapporto sulla situazione dei diritti umani in Honduras della Commissione Interamericana per i diritti dell’uomo  
  • Pubblicazione del 20 agosto 2016 dell’IDHAE su l’Honduras:

 

 

 

 

 

 

Newsletter CNF
Per ricevere aggiornamenti sull'attività e gli eventi del CNF, le iniziative parlamentari e ministeriali in tema di giustizia e professione forense sottoscrivi l'iscrizione alla newsletter.