Coronavirus, Avvocatura a Governo: “Deroga per compensazione crediti - debiti per avvocati"

“Estendere, fino al 30 giugno, la finestra temporale per la compensazione dei debiti fiscali con i crediti per spese, diritti e onorari spettanti agli avvocati ammessi al patrocinio a spese dello Stato, portandola in deroga per l’anno 2020 dal 1° marzo al 30 giugno o altra diversa scadenza”.

È la richiesta, indirizzata a Palazzo Chigi, Mef e ministero della Giustizia, formulata oggi dalle componenti dell’avvocatura italiana: Consiglio nazionale forense, Organismo congressuale forense e Cassa forense, “in considerazione delle difficoltà lavorative riguardanti gli avvocati a causa della diffusione del coronavirus, e al fine di promuovere un intervento che seppure in parte possa essere di sollievo”.