Coronavirus, CNF “Priorita’ alla salute anche degli avvocati”

 

Il presidente del Consiglio nazionale forense, Andrea Mascherin, su invito del capo del Dipartimento organizzazione giudiziaria di via Arenula Barbara Fabbrini, ha partecipato oggi alla conference call con i presidenti e i procuratori generali delle Corti di Appello dei distretti a rischio di contagio da coronavirus. Nell’occasione, oltre ad illustrare le iniziative che l’istituzione forense ha già prontamente assunto, Mascherin ha rappresentato in sede di riunione la necessità di interventi la cui priorità sia la salvaguardia della salute di avvocati, collaboratori, dipendenti e cittadini che, a vario titolo, si trovano a frequentare gli uffici giudiziari. 

L’esigenza è stata poi ribadita dal presidente del Cnf al ministro della Giustizia Bonafede in occasione del tavolo ministeriale sulla riforma penale, insieme a tutte le altre rappresentanze dell’avvocatura: Ocf, Camere penali e Aiga. Il presidente del Consiglio nazionale forense ha segnalato l’urgenza di intervenire con la sospensione delle udienze e dei termini procedurali almeno per le aree del Paese maggiormente a rischio e, in ogni caso, con interventi modulati su tutto il territorio nazionale. Il ministro della Giustizia ha pienamente condiviso, di fronte alle rappresentanze presenti, l’importanza di tempestivi interventi normativi, anche di rango primario, che garantiscano piena tutela anche agli avvocati e ha anticipato che una serie di provvedimenti sono già allo studio del Governo.