Intercettazioni, Mascherin (CNF): "Trojan rischia di sfuggire di mano"

 

“Il tema delle intercettazioni si sposa con l’altro, molto delicato, del diritto costituzionale alla tutela del domicilio e, aggiungo, della libertà di pensiero e parola in casa propria. La tecnologia del trojan è così avanzata da rischiare di sfuggire di mano. Non dimentichiamo che invadere il domicilio è come limitare la libertà personale, beni supremi. Bisognerebbe iniziare a riflettere sulla possibilità di non ritorno nell’utilizzo di certe tecnologie. È questione culturale e di democrazia prima che di rimedi di natura penale”. È il commento del presidente del Consiglio nazionale forense, Andrea Mascherin, sul decreto intercettazioni e sull’uso del trojan.