Giorno della Memoria

Il 27 gennaio 1945 le truppe sovietiche arrivarono per prime presso la città polacca di Auschwitz scoprendo il campo di concentramento e liberandone I superstiti: fu questa scoperta e le testimonianze dei sopravvissuti a rivelare compiutamente per la prima volta l’orrore del genocidio nazifascista. 

Il Giorno della Memoria, ricorrenza internazionale celebrata il 27 gennaio di ogni anno, è stato istituito dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite per commemorare le vittime dell’Olocausto. Il Consiglio Nazionale Forense lavora da sempre per tutelare i diritti perché abbassare le garanzie per alcuni significa abbassarle per tutti.