Indietro

prescrizione incontro mascherin bonafede

Prescrizione, Mascherin: «Politica rifletta con i tempi necessari»

Il Ministro della Giustizia ha invitato il Presidente del Consiglio Nazionale Forense, Andrea Mascherin, ad un incontro che si è tenuto nel pomeriggio in via Arenula, sviluppato sul tema della prescrizione e su altri argomenti di interesse sul sistema-giustizia.

 

Il Presidente Mascherin ha chiesto al Ministro Bonafede di prendere il tempo utile per una riflessione sull’eventuale modifica dell’istituto della prescrizione, così come proposta dal Ministro stesso.

 

“Auspico che il Ministro della Giustizia, ragionando ovviamente sulla sua specifica proposta, accolga l’idea di istituire un tavolo di lavoro con magistrati e avvocati per approfondire il tema della prescrizione e le tante delicatissime implicazioni, impiegando a tale fine il tempo utile e necessario. Naturalmente spetta alla politica, eventualmente, individuare le modalità tecniche per la costruzione di tale percorso di analisi”.  

 

In particolare il presidente Mascherin ha sottolineato l’esigenza di rimettere al centro del processo penale l’imputato e la presunzione di non colpevolezza, sottolineando altresì l’esigenza di importanti investimenti economici e di interventi procedurali che conservino e rafforzino le garanzie difensive e che scongiurino il rischio di sottoporre l’imputato ad un processo infinito.

 

Solo dopo, e non prima, aver raggiunto una ragionevole durata del processo si potrà intervenire sulla prescrizione.

 

Nel corso del lungo incontro sono stati toccati diversi temi: tra l’altro il Ministro ha preannunciato che si farà promotore di una iniziativa parlamentare, coinvolgendo gli alleati di governo, per iniziare il percorso del rafforzamento del ruolo dell’avvocato in Costituzione. Bonafede ha altresì ribadito che è sua intenzione portare a termine in tempi brevi la riforma del patrocinio a spese dello Stato, tenendo come base il testo proposto dal Consiglio Nazionale Forense; così come ha condiviso con Mascherin la necessità di far partire a breve il tavolo sulla riforma dell’accesso alla professione. Il Ministro, infine, ha anche confermato la sua intenzione di definire al più presto il tema delle specializzazioni e di aprire un confronto con l’avvocatura sulla riforma del processo civile.