Il Consiglio Nazionale Forense è l’organismo apicale istituzionale dell’Avvocatura e rappresenta l’intera classe forense.

rete famiglia I incontro

Rete famiglia - cos'è

la Rete dei Referenti per il Diritto di Famiglia, istituita il 13 luglio 2016 in seno alla Commissione Famiglia coordinata dalla Consigliera Maria Masi, ha l'obiettivo di confrontare le esperienze dei territori e di valutare l’esistenza di problematiche comuni.

Il progetto è realizzare un Protocollo comune tra gli interlocutori “necessari” e funzionali per una corretta e adeguata divulgazione della negoziazione assistita che non può prescindere dal superamento delle “difformità di prassi” ed obiettivo è fare fronte comune alla proposta “emendativa” finalizzata ad ampliare la possibiltà di accesso alla negoziazione ovvero prevedere il ricorso al patrocinio a spese dello Stato e l’accesso esteso alle coppie di fatto e alle unioni civili.

null rete famiglia I incontro

Rete Famiglia

Aggiungi al calendario 2016-07-13 2016-07-13 Europe/Rome Rete Famiglia Rete Famiglia Roma - CNF

E' convocata in Roma per il prossimo 13 luglio, alle ore 12:00, presso la sede del Consiglio Nazionale Forense la prima riunione della Rete Famiglia.

L’argomento di discussione sarà la Negoziazione Assistita nel Diritto di Famiglia e nelle Relazioni Personali, anche all’esito dall’evento "Esperienze a confronto" organizzato  dal Consiglio Nazionale Forense lo scorso maggio.

Saranno presenti, oltre ai componenti della Commissione Famiglia del CNF e la consigliera Maria Masi, anche i Presidenti delle Associazioni Specialistiche in materia e i componenti della Commissione ADR del CNF.

 

Resoconto 

Il 13 luglio 2016, a Roma, presso la sede del CNF, si è riunita per la prima volta la Rete dei Referenti per il Diritto di Famiglia che, nei prossimi mesi, coadiuverà la Commissione Famiglia coordinata dalla Consigliera Maria Masi.
 
L’incontro, a cui hanno partecipato tutte le Associazioni Specialistiche in materia, verteva su un argomento specifico: la negoziazione assistita. 
 
L’obiettivo è stato quello di confrontare le esperienze dei territori e di valutare l’esistenza di problematiche comuni.
 
Il confronto finalizzato alla condivisione di un progetto relativo alla redazione di un Protocollo comune tra gli interlocutori “necessari” e funzionali per una corretta e adeguata divulgazione dello strumento che non può prescindere dal superamento delle “difformità di prassi”.
 
Richiesta comune anche la proposta “emendativa” finalizzata ad ampliare la possibiltà di accesso alla negoziazione ovvero prevedere il ricorso al patrocinio a spese dello Stato e l’accesso esteso alle coppie di fatto e alle unioni civili.
 
 
Resta aggiornato sulle attività formative, gli eventi istituzionali del CNF, le iniziative parlamentari e ministeriali in tema di giustizia e professione forense