Protocolli d’intesa

Attraverso i protocolli la Scuola Superiore dell’Avvocatura e le singole Istituzioni collaborano nella organizzazione e nello svolgimento di attività scientifiche e culturali nelle discipline giuridiche e in quelle discipline comunque attinenti alla cultura professionale dell’avvocatura.
In particolare le attività comuni consistono nella promozione di corsi, seminari, conferenze, convegni ed iniziative analoghe volte alla preparazione ed all’aggiornamento professionale degli esercenti le professioni forensi e legali.
Per la scelta e la programmazione di attività comuni è istituito un Comitato di coordinamento costituito da quattro membri, di cui due nominati dalla singola Istituzione e due dalla SSA che designeranno tra di essi un coordinatore.

PROTOCOLLI DI INTESA
  • Istituto Carlo Arturo Jemolo

    Istituto Carlo Arturo Jemolo

    Siglato in data 2 febbraio 2017 il protocollo di intesa con l'istituto Carlo Arturo Jemolo.
  • Associazione Nazionale Amministratori Condominiali Italiani

    Associazione Nazionale Amministratori Condominiali Italiani

    DISCIPLINA IMMOBILI E CONDOMINI, INTESA ANACI E SCUOLA SUPERIORE AVVOCATURA

    Tra gli obiettivi dell'accordo, sottoscritto dal Presidente degli amministratori condominiali Burrelli e dall'avvocato Sica, lo sviluppo delle mutue professionalità, l'organizzazione di eventi di confronto, la concessione di crediti formativi e la realizzazione comune di Gruppi di studio e lavoro

     

    Sviluppare le reciproche conoscenze e le mutue professionalità in materia di gestione e valorizzazione del patrimonio immobiliare, con particolare riferimento alla disciplina del condominio e agli immobili, comprese quelle normative che, anche indirettamente, riguardano i soggetti sottoscrittori: è questo il significato del protocollo d'intesa siglato nei giorni scorsi da Francesco Burrelli, presidente di ANACI, Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari e Salvatore Sica, vice presidente della Scuola Superiore dell’Avvocatura – Fondazione del CSN. L'obbiettivo dell'accordo, spiegano i firmatari, può essere raggiunto sia attraverso l'organizzazione di eventi come convegni, seminari e corsi nei rispettivi temi di riferimento o, congiuntamente, concedendo crediti formativi ai partecipanti, sia costituendo commissioni di studio e gruppi di lavoro per approfondire le singole tematiche di settore.

    "La legislazione - dicono Burrelli e Sica - soprattutto quella europea, concernente il risparmio energetico e la sostenibilità ambientale, nonché quella relativa alla sicurezza degli immobili, è e sarà sempre di più oggetto di confronto e studio per attuare e applicare al meglio le leggi vigenti in materia e anche per avanzare al legislatore proposte o modifiche di legge per ridurre, se non proprio eliminare, i rischi per i condomini e per i cittadini che vi abitano e lavorano. Gli eventi naturali come alluvioni e terremoti, oppure quelli causati dall’uomo, come le devianze ecologiche - riprendono i sottoscrittori dell'intesa - sono oggetto di indagini tecniche e giuridiche che costituiscono argomenti di discussione scientifica per le quali, i rispettivi Centri Studi possono scambiarsi le tesi e le soluzioni più idonee". In questo caso potrebbe essere significativo il supporto di analisi effettuate da altri Ordini e Collegi delle Professioni Tecniche con i quali ANACI ha sottoscritto analoghi protocolli di intesa.

    Burrelli e Sica sottolineano inoltre come la frequentazione degli amministratori immobiliari professionisti ai convegni e seminari di studi previsti dagli Ordini degli avvocati e dalle Scuole territoriali Forensi, facilitino la crescita culturale degli stessi partecipanti. Per contro, la presenza degli avvocati alle giornate di studi o approfondimenti sui temi coordinati dall’ANACI su tutto il territorio nazionale, a tutti i livelli, spiegano entrambi, contribuisce alla crescita della loro formazione specifica e indispensabile esperienza, utili - formazione ed esperienza - a fornire consulenze, a favorire la riduzione del contenzioso stragiudiziale tra condomini, a migliorare la gestione dell'istituto della mediazione ed infine ad una più adeguata redazione degli atti giudiziari.

    "Gli scambi culturali sopra individuati - concludono i referenti di Anaci e della Scuola Superiore di Avvocatura - saranno in particolare rivolti ai giovani, avvocati, praticanti e amministratori immobiliari professionisti che hanno frequentato i corsi di formazione previsti dal D.M.140/2014, per agevolare e accrescere la loro professionalità a favore dell'intera cittadinanza".

    Roma, 5 gennaio 2017

     

    Da sinistra: Prof. Avv. Salvatore Sica - Vice Presidente della Scuola Superiore dell'Avvocatura, Ing. Francesco Burrelli - Presidente Nazionale ANACI, Avv. Gianvincenzo Tortorici - Direttore Centro Studi Nazionale ANACI, Avv. Claudio Belli - Componente Centro Studi Nazionale ANACI

  • Unione Camere Penali Italiane

    Unione Camere Penali Italiane

    Siglato in data 31 maggio 2016 il protocollo di intesa con l'Unione Camere Penali Italiane - UCPI
  • Comando generale del Corpo della Capitaneria di porto – Guardia Costiera

    Comando generale del Corpo della Capitaneria di porto – Guardia Costiera

    Formazione congiunta e iniziative comuni sul diritto del mare, immigrazione e sicurezza sono i temi al centro delle attività che la Scuola Superiore dell’Avvocatura e il Comando generale del Corpo delle Capitanerie di porto hanno inteso di condividere rinnovando il Protocollo che negli anni scorsi ha prodotto il “progetto Lampedusa”.

    Lo scorso 13 aprile, presso il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera a Roma, il Comandante Generale Ammiraglio Ispettore Vincenzo Melone e Salvatore Sica, Vicepresidente della SSA, hanno sottoscritto una intesa che mira a promuovere e regolare le forme di collaborazione tra i due Enti, per l’organizzazione di attività scientifiche e culturali di comune interesse.

    Avvocati e Funzionari delle Capitanerie di porto potranno condividere la formazione comune in un ampio spettro di materie che abbraccia gli ambiti di competenza delle Capitaneria di porto (in collegamento con i Ministeri funzionalmente competenti) che si estendono dalla ricerca e soccorso delle vite umane in mare, alla tutela dell’ambiente marittimo, alla sicurezza della navigazione, alle attività di polizia marittima e di vigilanza delle attività di pesca.

    Nel documento programmatico, elaborato contestualmente alla firma del protocollo, vengono stabilite le finalità e le modalità di svolgimento delle iniziative congiunte: corsi, seminari e conferenze destinati alla formazione e all’aggiornamento del personale delle Capitanerie di porto e dei professionisti che esercitano le professioni legali e forensi.

    Grande soddisfazione è stata espressa dal consigliere Sica e dall’ammiraglio Melone, che hanno sottolineato entrambi l’alto profilo istituzionale della rinnovata collaborazione

    Presenti alla stipula dell’accordo l’Ammiraglio Ispettore Giovanni De Tullio ed il Capitano di Vascello Beniamino Di Stefano, per il Comando Generale, e l’Avvocato Francesco Miraglia per la SSA. Dopo la firma e il dono del crest, l’incontro è proseguito con la visita della Centrale Operativa della Guardia Costiera.

     

  • CamMiNo-Camera Nazionale Avvocati per la Famiglia e i Minorenni

    CamMiNo-Camera Nazionale Avvocati per la Famiglia e i Minorenni

    La Scuola Superiore dell’Avvocatura e Cammino-Camera Nazionale Avvocati per la Famiglia e i Minorenni hanno sottoscritto un ampio ed articolato protocollo volto a promuovere iniziative congiunte di informazione, formazione, sensibilizzazione e promozione dei diritti nell’area persone, relazioni familiari e minorenni.

    Il protocollo, siglato a Roma dal Vicepresidente e coordinatore della Scuola Superiore dell’Avvocatura, Salvatore Sica, e dal Presidente di Cammino, Maria Giovanna Ruo, prevede lo sviluppo di un programma di corsi e seminari di formazione, conferenze, convegni, scambi culturali, progetti di ricerca e organizzazione di scuole di specializzazione.

    Per leggere il comunicato stampa clicca qui

     

  • Accademia Italiana del Codice di Internet

    Accademia Italiana del Codice di Internet

    Realizzare attività formative e di specializzazione professionale nel settore del diritto dell’informatica e delle nuove tecnologie.

    È l’obiettivo del protocollo d’intesa sottoscritto tra la Scuola Superiore dell’Avvocatura e l’Accademia Italiana del Codice di Internet presso la sede nazionale della Scuola.

    “Anche per la Scuola Superiore dell’Avvocatura – ha affermato da parte sua il Prof. Salvatore Sica, vice Presidente, che ha sottoscritto il protocollo in rappresentanza della Scuola – si tratta di un’iniziativa particolarmente qualificante non solo perché rappresenta una significativa integrazione dell’offerta formativa ma anche per la possibilità offerta agli avvocati di essere formati da seri professionisti esperti del settore”.

    Clicca qui per leggere il Comunicato stampa.

  • Istituto Superiore Internazionele di Scienze Criminali

    Istituto Superiore Internazionele di Scienze Criminali

    Siglato in da 9 febbraio 2016 il protocollo di intesa con l'Istituto Superiore Internazionele di Scienze Criminali
  • FLEPAR INAIL

    FLEPAR INAIL

    Roma, 27 gennaio 2016
    E’ stato siglato presso la sede della Scuola Superiore dell’Avvocatura a Roma il nuovo Protocollo d’intesa ed il relativo documento programmatico.Prosegue e si rafforza la collaborazione tra SCUOLA SUPERIORE DELL’AVVOCATURA, Fondazione del Consiglio Nazionale Forense, e FLEPAR Inail per la promozione di studi e ricerche in materia di formazione e aggiornamento professionale nelle discipline giuridiche e in quelle discipline comunque attinenti alla cultura professionale dell’Avvocatura.
    Hanno sottoscritto il protocollo il Vice Presidente della SSA, prof. avv. Salvatore Sica, e il Segretario Generale FLEPAR INAIL, avv. Tiziana Cignarelli.

    Il Protocollo d’intesa rappresenta la continuazione di un percorso, iniziato sin dal 2008 fra la SSA e FLEPAR Inail, che ha consentito l’organizzazione, a titolo gratuito su tutto il territorio nazionale, di importanti seminari ed incontri di studio caratterizzati da un approccio multidisciplinare alla tematica della prevenzione degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali consentendo, in tal modo, un qualificato e costruttivo confronto tra Avvocati pubblici, del libero foro ed altre categorie professionali. Temi di specifico interesse sono stati anche anticorruzione, riforma della PA e riforma del processo civile con particolare riferimento agli strumenti deflattivi del contenzioso.

    Il nuovo Protocollo d’intesa ed il relativo documento programmatico – con il quale le parti si sono impegnate a dare particolare attenzione al metodo ed ai contenuti multidisciplinari propri dell’esperienza della FLEPAR Inail – costituiranno certamente la base per una sempre più proficua collaborazione tra le diverse componenti dell’Avvocatura nell’ottica della valorizzazione della funzione sociale e propulsiva che l’Avvocatura tutta è chiamata a svolgere.

    Leggi qui il  Comunicato Stampa

  • Save the Children

    Save the Children

    La Scuola Superiore dell’Avvocatura e Save the Children Italia annunciano la firma di un ampio protocollo d’intesa volto a promuovere iniziative congiunte di informazione, sensibilizzazione e formazione professionale in materia dei diritti dei minori e delle loro famiglie.
    Il protocollo, siglato a Roma dal Vicepresidente e coordinatore della Scuola Superiore dell’Avvocatura, Salvatore Sica, e dal Presidente di Save the Children Italia, Claudio Tesauro, prevede lo sviluppo di un programma di corsi e seminari di formazione, conferenze, convegni, scambi culturali e iniziative analoghe.

    L’iniziativa nasce con l’obbiettivo di impegnarsi per la promozione di un’avvocatura incentrata sui diritti, riconoscendo che l’accesso alla giustizia, inteso come una combinazione tra le garanzie nelle procedure giudiziarie, il diritto a beneficiare di informazioni, la rappresentanza e la difesa legale, sia uno strumento essenziale per la fuoriuscita dei minori e delle loro famiglie da condizioni di povertà ed esclusione sociale.

    Save the Children, l’Organizzazione internazionale dedicata dal 1919 a salvare i bambini in pericolo e tutelarne i diritti, è impegnata da tempo sul territorio in Italia con sportelli di orientamento legale gratuito in diverse città da nord a sud, come Milano, Torino, Roma, Napoli, Catania, Palermo e Bari, e un servizio di orientamento legale online (www.dirittiaimargini.it). I servizi offerti dall’Organizzazione hanno lo scopo di facilitare l’accesso dei minori e delle famiglie non abbienti al patrocinio a spese dello Stato, promuovere iniziative di rappresentanza e difesa legale pro bono e favorire l’empowerment legale di minori e famiglie. La Scuola Superiore dell’Avvocatura, dal canto suo, impegnata istituzionalmente nella formazione forense, intende fornire ogni collaborazione possibile nella creazione di un profilo di avvocato specializzato nelle materie indicate ed stendere la collaborazione al CNF per singole iniziative di “Avvocatura di servizio” nei settori di interesse di Save the Children Italia.

    Leggi qui il Comunicato stampa

     

  • Corecom Lazio

    Corecom Lazio

    Il protocollo  ha come obiettivo quello di operare in maniera sinergica per promuovere studi, ricerche ed eventi anche formativi aventi ad oggetto la conciliazione in materia di controversie tra utenti e gestori di comunicazioni elettroniche.

    Il Prof. Avv. Salvatore Sica,  vice Presidente, che ha sottoscritto il protocollo in rappresentanza della  Scuola Superiore dell’Avvocatura, ha affermato che “si tratta di un’iniziativa particolarmente qualificante  non solo perché rappresenta una significativa integrazione  dell’offerta formativa ma anche per la possibilità di fornire una ulteriore opportunità di valorizzazione professionale ai giovani colleghi del Lazio”.

    Leggi qui il Comunicato stampa

  • Unione Nazionale Avvocati Enti Pubblici

    Unione Nazionale Avvocati Enti Pubblici

    Roma  25/1/2016.

    Un Protocollo d’intesa per promuovere studi e ricerche per la formazione e l’aggiornamento comune tra gli Avvocati del Libero foro e gli Avvocati degli Enti pubblici (iscritti nell’Albo in un registro ad hoc) è stato siglato venerdì scorso presso la sede del CNF in via Arenula fra la Scuola Superiore   dell’Avvocatura (SSA), Fondazione del Consiglio Nazionale Forense, e   l’Unione Nazionale Avvocati degli Enti Pubblici (UNAEP), nelle persone rispettivamente del vicepresidente, Salvatore  Sica, e dal Segretario Nazionale UNAEP, Antonella Trentini.

    Il  Protocollo d’intesa rappresenta la prosecuzione di un   percorso iniziato sin dal 2011 fra la SSA e UNAEP, che ha annoverato   importanti e proficue iniziative, collaborazioni e una maggior  integrazione fra le diverse componenti dell’Avvocatura.

    In un momento di grande cambiamento e di svolte importantissime per l’intera categoria forense e di riforme nell’ordinamento, i rappresentanti dei due enti ritengono sia un passo molto significativo quello di confermare la stretta collaborazione tra la Scuola e UNAEP,  che rappresenta l’avvocatura delle pubbliche amministrazioni, al fine   di operare verso il fine precipuo in modo unitario: consentire la  miglior preparazione professionale degli avvocati,  in vista  dell’acceso alla professione, dell’aggiornamento continuo, nonché della specializzazione.

    La rinnovata collaborazione assume una valenza determinante per una efficace azione condivisa e congiunta, mirata a mettere in  campo le soluzioni più idonee a svolgere le finalità formative, di   aggiornamento di orientamento e specializzazione lo scenario   legislativo e deontologico della professione forense presentano.

    Leggi qui il Comunicato Stampa

     

  • Save the Children – Italia ONLUS – Progetto TALE (Training Activities for Legal Experts on children rights)

    Save the Children – Italia ONLUS – Progetto TALE (Training Activities for Legal Experts on children rights)

    Siglato in data 21 dicembre 2015 il protocollo di intesa con Save the Children – Italia ONLUS – Progetto TALE (Training Activities for Legal Experts on children rights)

Convenzioni con Associazioni Specialistiche maggiormente rappresentative

In attuazione della delibera del Consiglio Nazionale Forense del 16 dicembre 2016, la Scuola Superiore dell’Avvocatura è stata delegata a seguire la materia dei corsi per l’iscrizione agli Albi specialisti.

In particolare il Plenum, anche all’esito di consultazioni con le Associazioni Specialistiche riconosciute, ha autorizzato la Scuola a sottoscrivere con le predette Associazioni una convenzione che prevede quali elementi principali i seguenti:

  1. Progettazione e gestione condivisa dei corsi tra le Associazioni Specialistiche e la Scuola Superiore dell’Avvocatura nonché i dipartimenti universitari volta per volta coinvolti;
  2. Predisposizione del modello organizzativo del corso già conforme, nella sostanza, al D.M. delle specialistiche.
  3. La frequenza dei corsi non costituisce titolo automatico per l’iscrizione ai costituendi elenchi di specialistici. Il Consiglio Nazionale Forense tuttavia si è impegnato a tener conto dell’attestato di frequenza a tali corsi al momento dell’istanza di iscrizione ai rispettivi Albi specialistici.

In attuazione di quanto sopra, la Scuola Superiore dell’Avvocatura ha già sottoscritto convenzioni con l’Associazione AGI – Avvocati Giuslavoristi Italiani, CamMiNo – Camera Nazionale Avvocati per la Famiglia e i Minorenni e UCPI – Unione delle Camere Penali Italiane, AIAF – Associazione Italiana Avvocati per la Famiglia e per i minori, UFTDU - Unione Forense per la Tutela dei Diritti Umani, ONDIF - Osservatorio Nazionle sul Diritto Di Famiglia, UNCC -Unione Nazionale delle Camere Civili.