NOVAFORM

L’obbligatorietà dei corsi di formazione per l’accesso alla professione forense, determinata dal DM pubblicato il 16 marzo 2018 n. 17, comporta nuove entusiasmanti sfide ma anche nuove responsabilità per l’Avvocatura istituzionale.

Fra le tante novità, si evidenzia una vera e propria rivoluzione nella "didattica forense" con un superamento della classica lezione frontale, per privilegiare l'approccio casistico secondo la metodologia della retorica processuale.

I programmi di formazione per formatori NOVAFORM, che la SSA offre su tutto il territorio nazionale,  sono pensati per supportare organizzatori e formatori delle Scuole Forensi nell’approntare struttura organizzativa, didattica e programmi per i nuovi corsi da effettuarsi ai sensi dell’art. 43 della L. 247/2012, in modo da essere pronti all’avvio dei percorsi che dovranno costituire parte integrante del tirocinio per tutti coloro che si iscriveranno al Registro, a far tempo dalla fine del prossimo mese di settembre.

Di seguito una sintesi dei contenuti proposti, personalizzabili a seconda delle specifiche esigenze formative dell'ente richedente:

 

Modulo FONTI E FONDAMENTI Durata media: mezza giornata

Riflessioni sull’Avvocato del presente e del futuro.

Fonti e fondamenti.

La rivoluzione del metodo didattico

 

Modulo PER LA DIDATTICA Durata media: una giornata

La metodologia: dall’impostazione culturale all’applicazione pratica

Dal metodo didattico al metodo di svolgere la professione forense

La lezione argomentativa basata su metodo casistico

Esempi di lezione

Strumenti didattici integrativi

La valutazione come metodo didattico

 

Modulo ORGANIZZATIVO Durata media: mezza giornata

Costituzione della Scuola Forense (Reg CNF 3/2014)

Le persone della Scuola forense

Le risorse della Scuola Forense

Costi di gestione della Scuola Forense e controllo di gestione

 

I programmi sono finalizzati a raggiungere l’obiettivo di delineare un formatore specificamente indirizzato alla formazione per l’accesso alla professione forense, capace di trarre la sua efficacia grazie ad un uso appropriato dei metodi e delle tecniche ed alla loro coerenza con i processi organizzativi (strategie, strutture, tecnologie, sistemi di pianificazione e controllo).

Al termine del percorso i partecipanti dovrebbero consolidare gli strumenti in loro possesso per:

  • saper riconoscere le variabili relative all'organizzazione e realizzazione di una lezione dedicata ai tirocinanti;
  • saper realizzare e gestire una lezione casistica dedicata ai tirocinanti;
  • saper verificare l’efficacia della lezione

La partecipazione agli incontri costituisce titolo preferenziale ai fini del reclutamento dei docenti e tutor della Scuola ai sensi dell’art. 4 comma 2 del citato DM n. 17 (“Nella scelta dei docenti, sono altresì valutati, sulla base dei curricula, i titoli, le pubblicazioni nelle materie oggetto del corso, l’esperienza già maturata come formatori e la frequenza di corsi di preparazione all’attività di formatore).

ADESIONI

Hanno già aderito al progetto gli Ordini di 

  • ALESSANDRIA,  26 giugno 2018 – 19 luglio 2018 -  settembre 2018
  • ASCOLI PICENO, 6 settmbre 2018
  • BUSTO ARSIZIO, 6 settmbre 2018
  • CROTONE, data in corso di definizione
  • FOGGIA, 11-12 luglio 2018
  • MANTOVA, 20-24 luglio 2018
  • MODENA, data in corso di definizione