Il Consiglio degli Ordini Forensi d'Europa (CCBE), fondato nel 1960, è un'associazione no-profit internazionale che, sin dalla sua creazione, si è sempre posta in prima linea per promuovere il punto di vista degli avvocati europei e difendere i principi giuridici fondanti la democrazia e lo Stato di diritto.

Lo scopo principale del Consiglio degli Ordini Forensi Europei (CCBE) è quello di garantire la rappresentanza degli Ordini forensi che ne fanno parte, siano essi membri effettivi (vale a dire quelli dei paesi dell’Unione europea, dello Spazio economico europeo e della Confederazione svizzera), associati o osservatori, intutte le questioni di comune interesse in merito all’esercizio dell’avvocatura, al rispetto dello Stato di Diritto e alla corretta amministrazione della giustizia nonché agli sviluppi rilevanti del diritto, sia a livello europeo che internazionale.

Il Consiglio è l’organo rappresentativo ufficiale degli ordini (Council of BARS) e delle associazioni giuridiche (Law Society) che, nel loro complesso, riuniscono circa un milione di avvocati europei.
Il CCBE ha adottato due testi basilari tra loro complementari e di natura assai diversa: la Carta dei Principi Fondamentali dell’Avvocato Europeo ed il Codice Deontologico degli Avvocati Europei.

Il CCBE