In memoria dell'Avvocato Giorgio Ambrosoli

L’11 luglio 1979 fu ucciso a Milano, per le sue indagini sulla Banca Privata Italiana, l’Avvocato Giorgio Ambrosoli, l’eroe borghese di un’Italia buia infiltrata da corruzione e interessi di parte. 

Un esempio di senso dello Stato e di onestà professionale e intellettuale da conservare per sempre.