Indietro

Cnf e Garante detenuti: insieme per una nuova cultura dei diritti

Cnf e Garante detenuti: insieme per una nuova cultura dei diritti

Il 30 novembre 2017 è stato sottoscritto un Protocollo d'intesa tra il Garante nazionale dei diritti delle persone detenute o private della libertà personale ed il Consiglio nazionale forense. 

Una reciproca collaborazione volta a promuovere ed incentivare, anche per il tramite delle fondazioni del Consiglio, degli Ordini territoriali degli avvocati e dei Garanti regionali o locali, l’iniziativa sullo stato della detenzione in Italia e la formazione su temi dell’esecuzione della pena. Tra gli obiettivi principali: la formazione all’interno dell’avvocatura sul valore del diritto penitenziario, la sensibilizzazione della società civile, e la conoscenza della “Carta nazionale dei diritti della persona detenuta o della persona privata della libertà personale”, supporto legale per il Garante. 

Il Protocollo è stato sottoscritto da Emilia Rossi, componente dell’Ufficio del Garante Nazionale dei Diritti delle persone private della libertà personale presieduto da Mauro Palma, e dal presidente del Consiglio nazionale forense Andrea Mascherin.

Leggi l'articolo de Il Dubbio

Clicca qui per leggere il Protocollo d'intesa tra il Garante nazionale dei diritti delle persone detenute o private della libertà personale e il Cnf