Consiglio Nazionale Forense

Contenuti del sito

Linee guida per l'utilizzo del cloud computing da parte degli avvocati, di Ccbe (a cura di)

11/12/2012

Il cloud computing è un' opportunità di gestione di uno studio legale che consente di ridurre i costi. A condizione però di valutare tutti i rischi e dotarsi di provider all’altezza del compito.
E’ questa la indicazione principale che emerge dalle Linee guida sull’utilizzo dei servizi di cloud computing da parte degli avvocati, predisposte dal Ccbe e destinate agli Ordini forensi.
Le Linee guida costituiscono uno strumento di sensibilizzazione e informazione sui rischi ma anche sulle opportunità offerte dal cloud computing, che è una infrastruttura di IT che consente di archiviare ed elaborare dati in remoto presso data center di fornitori di cloud e/o l’accesso a servizi attraverso il web. Il documento identifica alcune misure di precauzione, suggerendo agli ordini nazionali di adottare soluzioni interne conformi o di individuare fornitori di servizi che rispettano le garanzie minime indicate nelle Linee guida.
Obiettivo è quello di fornire delle indicazioni utili in modo che gli Ordini forensi siano informati sui problemi che i singoli avvocati potrebbero incontrare trasferendo lo studio legale in cloud computing, in modo da poter fornire adeguate consulenze sul tema richieste dai propri iscritti.
 

In questa pagina è possibile scaricare il testo integrale delle Linee guida Ccbe sull'utilizzo del cloud computing da parte degli avvocati

 

 
Immagine colonna destra Immagine colonna destra
 

 

Footer - Torna all'inizio

Segnala l'articolo
 


 



Invia